CAPPELLA MELLERIO - Sala Falcioni, piazza Rovereto, 4. 

 


Il Palazzo Mellerio,
a pochi passi dal Municipio, fu fatto costruire dal Conte Giacomo Mellerio (1777-1847), che vi fondò il primo ginnasio ossolano nel 1818.


Quasi vent’anni dopo, nel 1837, su proposta del Mellerio l’abate Rosmini assunse la gestione della scuola, aggiungendovi un convitto.



 

   


Per le esigenze della popolazione scolastica venne poi edificato l'Oratorio dedicato alla Madonna Imma-colata (1854), su progetto dell’archi-tetto Giacomo Muraglia. Cinque anni dopo iniziarono i lavori di ampliamento della scuola, elevando di un piano il palazzo e costruendo i quattro porticati a cinque colonne di serizzo, che si affacciano su piazza Rovereto.

 La Cappella neoclassica Mellerio ospita al suo interno una sala Polivalente intitolata all’avvocato Giovanni Falcioni (Domodossola 1916 – ivi 2003), assessore nella giunta cittadina durante la Repub-blica dell’Ossola, Sindaco di Domo-dossola negli anni Sessanta e Presidente della Banca Popolare di Intra.

 

 

 

 

Come prenotare la sala

I futuri sposi possono prenotare la sala prescelta solo ed esclusivamente attraverso l’Ufficio di Stato Civile, che dopo averne accertata la disponibilità, ne prenoterà l’uso.

L’eventuale visita della sala destinata alla celebrazione dei matrimoni civili, potrà essere effettuata dai richiedenti, previo accordi con l’Ufficio di Stato Civile.

 

Vari

I richiedenti potranno, a propria cura e spese, arricchire la sala con fiori, addobbi vari, interventi musicali o altro, impegnandosi al ripristino della sala, a cerimonia avvenuta.

E’ assolutamente vietato gettare riso, confetti, coriandoli, petali ed altro all’interno dei locali comunali utilizzati per la cerimonia.